.
.
come-monetizzare-blog-aziendale-senza-svendersi
Martedì, 24 Aprile 2018

Come monetizzare con il blog aziendale senza svendersi

L'articolo è stato letto 299 volte

Ben ritrovati sul mio blog!

Stai pensando di avviare il tuo progetto editoriale ma non hai ancora ben chiaro come rientrare nel tuo investimento?

Un blog aziendale può essere impiegato come uno strumento a supporto del traffico del canale di vendite principale (in particolare, l'ecommerce) oppure può essere concepito come una vera e propria fonte di monetizzazione diretta o meno.

Come guadagnare con il blog aziendale in maniera indiretta

Un blog aziendale rende possibile anche guadagnare in maniera “indiretta”, sfruttando la tua esperienza e notorietà per promuovere modalità di guadagno diverse dalla vendita diretta di prodotti e servizi.

Come puoi immaginare però, nulla arriva da solo: occorre impegno costante e duraturo nel tempo, studio delle abitudini del target, aggiornamento dei contenuti alle mutate esigenze di ricerca, per essere certi di mettere in piedi un qualcosa che sia sempre di valore e sia in grado di canalizzare l'attenzione dei visitatori.

Naturalmente, il blog è un potente strumento di inbound marketing, che ti permette di diversificare le tue entrate adottando, se è il caso, più strategie di monetizzazione allo stesso tempo. Per monetizzare attraverso il tuo blog devi incrementare i visitatori e sceglierli tra quelli quanto più possibile in linea con gli argomenti trattati nel tuo portale.

Alcuni contenuti che sono in grado di attrarre ulteriore traffico alla base delle strategie di guadagno sono:

  • webinar: contenuti video che trattano di specifici argomenti rivolti a risolvere in maniera esaustiva una specifica necessità
  • infografiche: rappresentazioni grafiche che consentono di riassumere in una forma visiva accattivante un gran numero di informazioni, facilmente condivisibili e attraenti
  • video-recensioni: sessioni di riprese dal vivo nelle quali si procede ad elencare caratteristiche, pregi e difetti di un particolare prodotto. Esse sono doppiamente utili in quanto chiariscono i dubbi di coloro che sono interessati a determinate soluzioni, e permettono di dimostrare la propria competenza e attenzione alle novità del settore.

Vuoi aumentare le entrate del tuo blog? Sono qui per aiutarti!

Annunci pubblicitari

Il modo più intuitivo a cui pensare per guadagnare attraverso il blog sono probabilmente gli annunci Adsense: banner pubblicitari che ti garantiscono un ritorno a fronte dei click degli utenti.

Il circuito Adsense è studiato per offrire ai visitatori del sito degli annunci in linea con le proprie preferenze, attraverso l'incorporazione del codice HTML necessario per la visualizzazione dei banner: tali annunci possono essere composti solamente da testo oppure da testo e immagini.

Il lato positivo è che questa modalità non comporta uno sforzo attivo da parte tua per generare profitto, se escludiamo quelle dirette a generare il consueto traffico di visitatori. Purtroppo, per generare percentuali apprezzabili, devi contare su un consistente afflusso di utenti, dato che ogni click ti genera pochi centesimi di ritorno, senza contare il fatto che molti visitatori fanno ricorso ad Adblock per limitare la comparsa della pubblicità.

Servizi di consulenza

Il tempo investito nello sviluppo del calendario editoriale del tuo blog si traduce nell'incremento della tua visibilità; la tua notorietà può aiutarti a monetizzare attraverso servizi aggiuntivi di consulenza e di formazione.

Ciò può valere in particolar modo per quegli argomenti strettamente legati all'attualità e per quelle necessità da soddisfare entro una certa scadenza.

Se ti occupi di siti web per i tuoi clienti, ad esempio, puoi offrire utili indicazioni sull'adeguamento alle norme del GDPR che verranno recepite in Italia il 25 Maggio di quest’anno e offrire una consulenza avanzata, specifica e su misura per coloro che necessitano di mettere in regola il proprio sito web entro la fatidica data.

Se ti occupi di social media marketing, potresti segnalare come cambia la gestione delle app in seguito allo scandalo di Cambridge Analytica che ha portato ad una ridefinizione di Facebook delle autorizzazioni all'integrazione automatica di innumerevoli altre applicazioni, e offrirti di aiutare i tuoi clienti a non perdere follower ed engagment sulle varie piattaforme.

Lead generation

I contenuti del tuo blog non servono, il più delle volte, a vendere direttamente, quanto a generare una lista di contatti profilati interessati al tuo genere di argomenti, ai quali offrirai in un secondo momento i tuoi servizi sotto forma di offerte convenienti e di materiali extra più specifici.

Puoi prevedere una serie di contenuti aggiuntivi fruibili soltanto dopo che gli utenti hanno fornito il proprio indirizzo mail, per costruire una serie di contatti realmente attinenti al tuo business.

Un'altra soluzione consiste nel rendere consultabili articoli ed ebook soltanto in cambio di una condivisione sui social network: ciò permette di ampliare la propria visibilità praticamente a costo 0 e in maniera spontanea.

Alcuni plugin per Wordpress utili a tale scopo sono:

  • One Press Social Locker: permette di implementare i pulsanti di condivisione social da attivare prima di rendere il contenuto disponibile (ma rendendolo al contempo indicizzabile dai motori di ricerca)
  • Social Locker for Wordpress: plugin a pagamento per sbloccare i contenuti solamente dietro una condivisione social, per incrementare fan e follower ed aumentare così la reputazione sui social media

Affiliazioni

Le affiliazioni sono dei programmi che ti conferiscono il diritto a ricevere una percentuale delle vendite che vengono effettuate per mezzo di link collocati all'interno del tuo blog.

Amazon è uno degli store più famosi che consentono agli affiliati di guadagnare attraverso le sponsorizzazioni inserite sul proprio portale; Autostima.net è un altro network famoso, ma orientato agli ebook sulla crescita economica e personale.

Ovviamente, per avere successo, questa strategia richiede un'ottima targetizzazione dei propri utenti in modo che gli articoli del blog siano strettamente attinenti ai prodotti che si vuole reclamizzare. Deve trattarsi inoltre di prodotti di ottima qualità, in caso contrario rischieresti di apparire come un professionista disposto a reclamizzare qualsiasi cosa in cambio di denaro, con conseguenti danni alla tua immagine.

Ad esempio, se ti occupi di formazione in uno specifico campo, potresti pubblicare le recensioni dei libri più autorevoli del settore e linkare le relative schede prodotto di Amazon, in modo da attrarre l'attenzione di coloro che hanno bisogno di formarsi e di indirizzarli al loro acquisto.

Se intendi realizzare recensioni video – come dicevamo poco sopra – puoi caricare su piattaforme come YouTube i tuoi filmati e, oltre ad ottenere un'enorme visibilità per via della grande mole di utenti presenti, puoi guadagnare sui link di affiliazione.

Guest post a pagamento

Se il tuo sito è diventato un autorevole punto di riferimento per la tua nicchia, puoi offrirti di ospitare segnalazioni sponsorizzate di altri prodotti.

Queste segnalazioni si basano sulla percezione che il tuo pubblico ha della tua capacità di giudizio e della tua attendibilità, perciò è molto importante che ti occupi solamente di prodotti e servizi per i quali nutri la massima stima (ne va della tua reputazione, davvero!).

Affitto di spazi pubblicitari

Se il tuo flusso mensile di visitatori è appetibile – relativamente ai numeri che si vedono nella tua nicchia – puoi anche pensare di affittare un po’ dello spazio del tuo portale alle piattaforme di vendita banner, ad esempio BuySellAds.

Si tratta però di una forma di monetizzazione un po' troppo “sfrontata” e forse invadente per i tuoi visitatori, nel caso non siano affatto abituati a promozioni esplicite nel tuo sito. Valuta quindi la convenienza in termini di ritorni economici diretti e reazioni dei tuoi follower prima di decidere se implementarlo o meno.

E tu, che cosa ne pensi? Stai già adottando delle strategie alternative o complementari per monetizzare con il tuo blog aziendale?

Commenta questo articolo per raccontarmi la tua opinione!

Gianluigi Canducci

Gianluigi Canducci

Web Designer freelance con esperienza in campo SEO e Social Media Marketing con oltre 10 anni di esperienza. Vivo a Cervia ma lavoro anche a Rimini, Forlì e Cesena e Ravenna e più in generale su tutto il territorio nazionale.

Offro servizi di Copywriting in ottica SEO per creare testi adatti a promuovere attività e brand locali sui motori di ricerca, aiuto professionisti e imprenditori in Emilia Romagna e oltre a sviluppare campagne pubblicitarie sui Social Network per promuovere eventi e attività sul territorio. Realizzo e gestisco siti aziendali, e-commerce e blog, curo campagne promozionali per i social media e creo newsletter per aziende e professionisti locali.

Anche se sono un freelance amo lo stesso lavorare in team! Nel corso degli anni ho messo insieme una squadra di professionisti specializzati con cui collaboro per offrire ai miei clienti un servizio ancora più ricco, completo e vantaggioso.

Hai bisogno di una consulenza? Sono qui per aiutarti, contattami senza impegno.

L'articolo "Come monetizzare con il blog aziendale senza svendersi" è stato letto 299 volte

Totale commenti: (0)

Non ci sono ancora dei commenti. Commenta l'articolo per primo!

Lascia qui i tuoi commenti

Posting comment as a guest.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location